Categories
Music

The Psychedelic Furs – Made Of Rain (UK, 2020)


Ho conosciuto i Psychedelic Furs più o meno a metà degli anni 80 quando in tv vidi per la prima volta il loro video di “Heaven”, bellissima canzone, contenuta in “Mirror Moves” (e che oltre quella conteneva anche le bellissime “The Ghost In You” e “My Time”), che mi piacque così tanto che andai a comprare il vinile. Poi andai a ritroso nella loro discografia e ascoltai tutti i loro album precedenti e ne rimasi veramente estasiato. Adesso ritornano nella scena musicale dopo 19 anni dall’ultima pubblicazione, “World Outside” (dopo che si erano presi una pausa nei primi anni ’90, con i due fratelli Butler che nel frattempo avevano fondato una nuova band “Love Spit Love”). Poi nel 2000, riformatisi, ripresero a suonare dal vivo pubblicando nel 2001 un album live.

Fa piacere vederli nuovamente in scena, perché meritano di essere sempre sulla cresta dell’onda e perché sono da sempre stati degli ottimi musicisti, con la voce graffiante e inconfondibile del leader Richard Butler; per me è (lo è sempre stata) una delle migliori band inglesi degli anni 80.
Questo nuovo album “Made Of Rain”, riprende sicuramente le atmosfere dei loro primi dischi ma lo ricoprono ancor di più di venature decadenti e melanconiche. Con l’iniziale e incalzante “The Boy That Invented Rock’n’Roll” i 5 riprendono quelle sonorità che avevano abbandonato nei primi anni ’80. Di stesso avviso è la seguente “Don’t Believe”, uscita come singolo a gennaio, dove Richard canta le sue liriche con l’intento di far riflettere sul credere in se stessi, negli altri, o in Dio. “You’ll Be Mine” invece parla della morte, del non preoccuparsi di cosa succede intorno, perché prima o poi questo non ci sarà più, e noi non saremo più di questa terra. E così via scorre il disco, con il resto delle canzoni che non sono altro che delle riflessioni, sulla vita, sulle decisioni prese, giuste o sbagliate, riviste col senno di poi, sui rapporti, sulle droghe (“Hide The Medicine”) e sulla morte. Davvero un bel disco, non all’altezza dei primi album ma con diverse canzoni che resteranno nel nostro cuore come loro sanno fare.

Grazie Richard, grazie ‘pellicce psichedeliche’ per essere tornati.

Compralo su Amazon: https://amzn.to/2JZdb53

Questo è l’altro singolo “No One” uscito ad aprile :

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s